La scala, in architettura è una costruzione edilizia che va a definirsi come struttura di collegamento verticale fra i diversi piani di un edificio.

Composizione e terminologia

Una rampa di scale è una serie di gradini, elementi orizzontali che si susseguono a quote progressivamente diverse per permettere a un utente di salire o scendere le scale. La differenza in quota tra un gradino e il seguente è chiamata alzata, mentre la sua profondità si chiama pedata. Una scala può essere composta da più rampe, divise da pianerottoli, elementi piani più larghi di un gradino che hanno la funzione di permettere il riposo a chi salisse le scale, oppure semplicemente ad accedere ad altre zone dell’edificio.

Tipi di scale per pendenza

A seconda della pendenza, una scala moderna può essere a pioli se è quasi verticale e dunque i gradini fungono da appoggio per i piedi tanto quanto da appiglio per le mani, oppure tecnica, se la pendenza è comunque molto elevata (superiore ai 50º); queste scale sono previste di rado per usi occasionali di manutenzione e simili. Le scale comuni hanno una pendenza compresa circa tra i 20 e i 45º, dove di solito sono tanto più ripide, quanto il loro uso è privato. Le scale esterne sono generalmente meno ripide perché lo spazio disponibile è maggiore e le condizioni atmosferiche possono creare condizioni di rischio. Per pendenze minori ai 20º si realizzano piuttosto cordonate, sotto gli 8º rampe a pendenza continua

Scale a gradini sfalsati

Un particolare genere di scale tecniche usate a pendenze notevoli è quello delle scale a gradini sfalsati: ogni gradino è di forma triangolare, o comunque occupa la sola parte destra o sinistra della scala, in modo da occupare meno spazio possibile in pianta. L’utente però è costretto a iniziare la salita con un piede determinato e non può tenere più di un piede su un singolo gradino

Lo sfalsamento può essere contemporaneamente anche di tipo orizzontale, fino a mezza pedata, ma è un caso più raro. Il percorso risulta, quindi, costituito da una successione di gradini che si devono calpestare in modo alternato secondo un ordine preciso. Si ottiene così una riduzione allo sviluppo in pianta della rampa di scale che può arrivare alla metà della lunghezza di una scala normale.

 

Tipologie di scale.

Scala a chiocciola, tipo di scala a struttura elicoidale, con gradini triangolari imperniati al centro, per il vertice più acuto
Scala alla cappuccina, con un’unica rampa costituita da gradini molto alti e poco profondi
Scala alla marinara, costituita da scalini di ferro fissati in una parete verticale
Scala di servizio, usata dai fornitori o dal personale di servizio
Scala di sicurezza, scala antincendio, posta all’esterno degli edifici con accesso a ogni piano, che consente la fuga in caso di incendio nel palazzo
Scala mobile, a gradini mobili, azionata da un motore, destinata al trasporto rapido di persone da un piano all’altro spec. in edifici e strutture a carattere pubblico e commerciale molto affollati
Scala a giorno, ampia scala, di solito ben visibile all’interno di un’ampia stanza che porta ai piani o ad un soppalco.
Scala portatile, attrezzo mobile, di legno o di metallo, fornito di due montanti collegati tra loro trasversalmente da pioli, che può essere posto dove si rende necessario salire a un livello più alto.
Scala di corda, di nailon, usata di solito da rocciatori o speleologi, che può essere arrotolata e riposta facilmente, quando inutilizzata
Scala a ganci, scala a pioli di legno, usata dai vigili del fuoco, dotata di grandi ganci che si fissano all’esterno di un edificio
Scala a libretto, a forma di V rovesciata, incernierata all’estremità superiore, che non ha bisogno di un punto di appoggio; scaleo
Scala porta, scala retrattile, scala aerea, montata su un automezzo costituita da numerosi tronconi scorrevoli l’uno sull’altro, che viene usata per effettuare operazioni di manutenzione o di salvataggio
Scala romana, all’italiana, scala a pioli costituita da diversi tronconi, ognuno dei quali è dotato di un dispositivo che permette, a chi sale, di agganciarsi al successivo troncone
Scala dei barcarizzi, ciascuna di quelle poste ai lati di una nave per collegare la linea di galleggiamento al ponte di coperta.

[contact-form-7 404 "Not Found"]